Situazione tecnologica del mercato degli ereader nel 2020

ereader in spiaggia con cappello e occhiali da sole

Il mercato degli ereader è cresciuto molto in questi anni, non solo a livello di utenti o nel numero di ebook ma anche tecnologicamente. Negli ultimi anni abbiamo visto come è aumentata la risoluzione dello schermo così come le dimensioni degli schermi, come sono state incorporate nuove funzioni e anche come il prezzo dei dispositivi è stato drasticamente abbassato.

Per tutto questo abbiamo voluto rivedere i progressi in alcuni aspetti dell'ereader, cosa possiamo trovare nei dispositivi attualmente in vendita sul mercato e cosa ne pensiamo sarà negli ereader di un futuro non troppo lontano.

Screens, l'anima degli ereader

Gli schermi sono sempre stati e saranno il punto critico per gli ereader. Non solo perché è la prima cosa che guardiamo quando vediamo un ereader ma perché fa la differenza rispetto al libro fisico e al tablet o smartphone.
Alla dimensione dello schermo si aggiunge la sua risoluzione, che è alta, con una media di pixel per pollice compresa tra 200 e 300 dpi. Il primo dispositivo con questa risoluzione è stato il Kindle Paperwhite, un ereader che è diventato un punto di riferimento che molti seguono e continueranno in futuro, almeno in questo senso.

Attualmente tutti gli ereader hanno il touch screen, una qualità che è diventata una necessità e che sicuramente sarà presente in tutti i dispositivi futuri.

iReader, il primo ereader da 6 pollici con schermo a colori

La dimensione da 6 pollici si è affermata negli anni come la dimensione standard per l'ereader, almeno per questi anni. Tuttavia credo che per i prossimi anni, la dimensione standard del lettore di ebook sarà di 7,8 pollici. Il motivo di questa dimensione è dovuto al fatto che c'è ancora una grande percentuale di utenti che leggono attraverso il formato pdf. Questo formato non è tipico degli ebook, ma si è affermato come alternativa alla pubblicazione di un libro elettronico e, salvo rare eccezioni, su uno schermo da 6 pollici è difficile leggere un ebook in formato pdf.

Le principali aziende del settore dispongono già di dispositivi con schermo più grande di 6 pollici e si prevede che nei prossimi mesi più aziende inizieranno a lanciare dispositivi di lettura con uno schermo più grande di 6 pollici.

Questo significa che la dimensione da 6 pollici scomparirà, no. Nel corso del 2020, il avvia ereader con schermo a colori. Una qualità dello schermo che tutti aspettavamo da anni. Tutti i modelli con schermo a colori sono disponibili nella dimensione da 6 pollici e possibilmente, per i prossimi anni, questa sarà la dimensione per gli schermi a colori e il resto delle dimensioni sarà per i dispositivi con schermo in bianco e nero.

Illuminazione del display è un'altra delle funzioni che è venuta fuori come un punto in più e che è diventata una funzione fondamentale. Negli ultimi mesi abbiamo visto come oltre ad avere uno schermo retroilluminato, gli utenti chiedessero avere un filtro per la luce blu che molte aziende hanno incluso nei loro dispositivi di fascia premium. Anche se credo che questa opzione verrà dimenticata, lo sarà in un futuro non troppo lontano in tutti gli ereader sul mercato.

Il processore e la memoria ram, il cuore dell'ereader

chipset di un dispositivo elettronico simile al processore di un ereader

Molti degli ereader che possiamo trovare sul mercato o avere un processore Freescale da 1 Ghz o avere un processore ARM con prestazioni simili. In ogni caso, un processore abbastanza vecchio che forse in un futuro non troppo lontano non sarà più presente nel mondo degli ereader.

Il motivo di questo cambiamento non è quello di avere un moderno e-book reader ma piuttosto un e-book reader secondo lo schermo dell'inchiostro elettronico e il cui tempo di risposta è il più breve possibile, come avviene attualmente con i tablet. Inoltre, in alcuni modelli di e-book, quando l'utente riempie così tanto la memoria interna, il dispositivo inizia ad avere problemi con la libreria e, credo, che in parte si possa risolvere anche con un processore più potente come una maggiore quantità di RAM, anche se alcuni dispositivi hanno già 1 GB di RAM, il che sarebbe accettabile.

Alcuni mesi fa Freescale ha riferito che stava mettendo in vendita i suoi nuovi processori, processori più potenti di quelli che troviamo sul mercato e anche processori che risparmiano più batteria rispetto al modello precedente. Tuttavia, attualmente gli ereader che troviamo sul mercato non hanno né utilizzano questo modello di processore.
D'altra parte, gli ereader con uno schermo a colori utilizzano lo schermo dell'inchiostro elettronico ma anche un secondo schermo che fornisce il colore. Sebbene i dispositivi siano ancora recenti e pochi utenti abbiano provato questo tipo di ereader, sembra che avranno bisogno di una maggiore potenza non solo di processore ma anche di memoria ram per elaborare le informazioni.

Comunicazioni ereader, o come trasferire ebook sul dispositivo...

ereader collegato a un libro

Ereader con Wifi e porta microusb sono una realtà molto consolidataEbbene, è molto raro o molto vecchio il dispositivo che ancora non si carica tramite la porta microusb o che non dispone di una connessione Wi-Fi.

Amazon ha aperto la strada all'inclusione di 3G e versioni successive 4G sui tuoi dispositivi in modo che l'utente non perda l'opportunità di scaricare i suoi ebook preferiti, ma È un'opzione che non si adatta perfettamente tra gli utentiForse per l'aumento di prezzo che provoca o forse perché tutti gli utenti hanno una rete Wi-Fi vicina da cui scaricare gli ebook senza dover avere il 4G.

Mentre il 4G non trionfa, non possiamo dire lo stesso della tecnologia bluetooth. Grazie alla possibilità di potersi connettere con cuffie wireless, molti produttori includono questa tecnologia accompagnata da un chip audio che consente di ascoltare gli audiolibri senza dover collegare alcun cavo al dispositivo. Anche se personalmente penso che gli audioebook si ascoltano meglio attraverso lo smartphone, come se fosse un podcast. In ogni caso, sempre più produttori lo includono e in pochi anni diventerà uno standard o un requisito minimo che gli ereader devono avere.

E a proposito di comunicazioni future da un eReader non può mancare la famosa porta microusb Type-C. Questa porta rinnovata consente non solo una maggiore velocità durante il trasferimento dei dati, ma anche una ricarica più rapida del dispositivo. Personalmente, non credo che questa porta sia necessaria poiché se gli ereader sono caratterizzati da una cosa, è perché sono dispositivi che con un carico raggiungono un'autonomia di diverse settimane. Ciò che i lettori di e-book potrebbero aver bisogno e potrebbero avere in un futuro non troppo lontano è la ricarica rapida. Sebbene alcuni di questi dispositivi lo abbiano già avuto in passato, sembra che sia ora che usiamo di più gli ereader quando diventa necessario.

Il famoso lo slot per schede microsd sta scomparendo a poco a poco dagli ereader. Mentre ci sono alcuni modelli che non ce l'hanno ancora, è qualcosa che scomparirà. Questo perché sempre più dispositivi sono impermeabili e quindi devono avere meno prese o potenziali punti problematici per ottenere la certificazione IPx. Inoltre, la memoria interna di questi dispositivi è aumentata notevolmente, al punto che la quantità di memoria che fino a qualche anno fa era impensabile è ora una realtà o un minimo in questi dispositivi.

L'autonomia, un elemento importante

L'autonomia degli ereader non è mai stata un problema. Con una sola carica possiamo leggere per molte settimane. Anche se abbiamo notato che in gli ultimi modelli arrivati ​​sul mercato hanno ridotto la quantità di mAh che ha la batteria e con essa l'autonomia del dispositivo.

E sebbene tutto ciò sembri sufficiente, credo sia un aspetto che verrà migliorato in un futuro non troppo lontano. Come abbiamo accennato in precedenza, la ricarica rapida diventerà un minimo di questi dispositivi; ma ci sono anche altre novità che alcuni dispositivi hanno già e che vedremo senza dubbio in più dispositivi.

Una di queste novità è l'incorporazione di batterie ausiliarie nei coperchi di protezione degli ereader, in modo tale che l'autonomia del dispositivo sia notevolmente allungata. Ci sono dispositivi che già lo fanno, come il Oasis Kindle, un dispositivo che non ha avuto cattiva ricezione nonostante il suo prezzo.

Le funzioni extra che possiamo avere quando acquistiamo un ereader

Negli ultimi anni abbiamo visto come diverse aziende abbiano incorporato funzioni extra che sono lontane da ciò che è la lettura stessa. Il primo dei funzioni extra era la riproduzione del suono, qualcosa che era in disparte ma che è tornato grazie al successo degli audioebook.

Un'altra delle funzioni extra che ha avuto un discreto successo e che è presente in tutti gli ereader di fascia alta è resistenza all'acqua o certificazione IPx. Questa funzione significa che possiamo portare il dispositivo in spiaggia o che stiamo leggendo mentre facciamo il bagno. Non è qualcosa che è stato richiesto da migliaia di utenti, ma a poco a poco è stato qualcosa che gli utenti hanno iniziato a chiedere.

Un'altra caratteristica extra che ha sorpreso molti (me compreso) è funzione antibatterica e purificante dell'aria che possiamo ottenere mediante l'applicazione di uno strato di nanotecnologia fotocatalitica. Al momento esiste un solo dispositivo con questa funzione extra, ma dopo il disastro del COVID-19 credo che più di un produttore sceglierà di includerlo nei propri dispositivi di lettura elettronica.

Un servizio cloud è anche qualcosa che viene incluso e che sarà senza dubbio presente su tutti i dispositivi in ​​un futuro non troppo lontano. Recentemente Kobo ha incluso il servizio Dropbox e Amazon ha avuto il suo Kindle Cloud. Non credo che siano gli unici e personalmente lo trovo un'ottima idea per chi usa il proprio eReader per qualcosa di più della semplice lettura di romanzi.

Ecosistema e software di un ereader

Il software di un eReader è qualcosa di molto importante, quanto importante o più dello schermo stesso, almeno per chi di noi già utilizza o ha utilizzato un eReader. La compatibilità con i diversi formati di ebook è molto importante, anche se Epub e mobi o Kindle8 sono i formati più popolari.

Ma c'è sempre un formato di ebook di cui abbiamo bisogno e limitarci a pochi formati può essere problematico. Ma non solo il formato è importante. Un buon motore di ricerca per gli ebook che abbiamo, un buon negozio di ebook o dizionari sono elementi molto importanti che spesso sottovalutiamo e sono importanti.

Molte aziende come Onyx Boox hanno deciso molto tempo fa di non dipendere da questi elementi e hanno incluso una versione di Android con cui l'utente installa le app che desidera e che supportano determinati formati di ebook. Personalmente, quest'ultima mi sembra un'ottima idea, anche se penso che sia un'opzione difficile per gli utenti alle prime armi; lì penso che un'interfaccia semplice e completa come il Kindle o il Kobo sia importante e ha fatto molto per diffondere l'uso dell'ereader.

Il prezzo degli ereader

Infine, volevo lasciare uno degli elementi che le persone che usano o vogliono acquistare un ereader apprezzano di più: il prezzo.

Il prezzo è un fattore importante al punto che le maggiori vendite di ereader sono arrivate quando il prezzo del Kindle e di altri dispositivi si è avvicinato ai 100 euro. Attualmente gli ereader sono divisi in tre gamme: gamma alta, media e bassa. L'intervallo basso o noto come intervallo di input è rivolto agli utenti inesperti o agli utenti che cercano solo uno schermo su cui leggere. Il prezzo di questi dispositivi non supera i 100 euro e il Kindle base e il Kobo Nia. Sono ereader di base che offrono un prezzo basso ma anche un basso elenco di funzionalità.

La fascia media è destinata agli utenti che cercano qualcosa in più: uno schermo migliore, resistenza all'acqua, ecc... Il prezzo di questi dispositivi aumenta leggermente e di solito è compreso tra 100 euro e 200 euro. Sono dispositivi rivolti agli utenti che amano leggere e che usano abbastanza il dispositivo.

Kobo Aura One nell'anfiteatro di Sagunto

La fascia alta è nata qualche anno fa ed è caratterizzata da dispositivi oltre i 200 euro. Sono dispositivi offrendo le migliori funzionalità disponibili per l'ereader, dalla migliore qualità dello schermo attraverso una grande autonomia alle opzioni di suono o resistenza all'acqua e agli urti.

Questa gamma di ereader è destinata agli utenti che leggono molto, che fanno un uso estensivo del dispositivo e che sono anche alla ricerca o hanno bisogno di una funzionalità specifica, di solito uno schermo grande con una buona risoluzione.

Personalmente non penso che una gamma o un'altra gamma sia peggiore o migliore, penso solo che sia una caratteristica in più. Cioè, non avere un dispositivo di fascia alta per il prezzo e doverci accontentare dell'ereader entry-level non significa che non possiamo leggere gli ebook o che non abbiamo una buona esperienza, al contrario, potrebbe essere che l'esperienza sia migliore rispetto ai dispositivi di fascia alta.

Quale eReader compro?

Anche se sembra una guida all'acquisto, purtroppo non lo è. Stiamo parlando dei vantaggi degli ereader ed è vero che abbiamo menzionato un dispositivo ma con tutto ciò non vogliamo consigliare o indicare che questi dispositivi siano perfetti e ideali per te.

Volevamo solo parlare dei vantaggi e dei componenti dell'ereader e dove vanno a finire questi componenti, con la semplice idea di sapere se abbiamo a che fare con un buon ereader o con dispositivi monouso. Se stai cercando una guida all'acquisto ti consigliamo la guida che pubblichiamo recentemente sui migliori dispositivi che possiamo trovare sul mercato.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Luis Edoardo Herrera suddetto

    L'articolo è molto completo e interessante. Come utente da anni vorrei contribuire con qualcosa riguardo ai caricabatterie. Questo dovrebbe essere con USB-C, poiché i telefoni moderni lo utilizzano e quando viaggi o esci per strada sarebbe pratico portare un singolo cavo.

  2.   Joaquin Garcia suddetto

    Ciao Luis, grazie mille per aver letto l'articolo e per aver lasciato un commento. Sono d'accordo con te, USB-C dovrebbe essere uno standard. È anche più comodo da collegare rispetto agli altri connettori. Ma guardando le nuove versioni, penso che ci vorrà del tempo per ottenere il connettore, anche se dovrebbe essere un minimo e alcuni ci credono (per fortuna). Speriamo che l'attesa non sia molto lunga.
    Un saluto e grazie per la lettura.