Kobo ci mostra il "buco" del Kobo Elipsa

Pochi giorni fa, Kobo ci ha presentato il suo taccuino digitale, il Kobo Elipsa e prima della data in cui potremo avere questo dispositivo tra le mani, ovvero il 24 giugno, Kobo ha voluto mostrarci come fanno il Kobo Elipsa e come questo dispositivo supera i test di qualità attraverso il proprio video pubblicato sulla piattaforma YouTube.

Non molto tempo fa ti abbiamo portato la recensione di Kobo Elipsa e ciò che Kobo presenta in un video non dovrebbe essere una novità rispetto all'analisi che in Todo eReader abbiamo fatto, o almeno non dovrebbe attirare la nostra attenzione, ma il fatto è che se lo fa, come puoi vedere nel video.

La novità più sorprendente è autonomia del dispositivo, almeno se hai già visto uno smartphone o un tablet assemblato. Mentre sapevamo che il Kobo Elipsa aveva una batteria da 3000 mAh, ora sappiamo che il dispositivo ha due batterie da 1500 mAh ciascuna, che ci fa avere quell'autonomia. Questo sistema già viene utilizzato da altri dispositivi considerati premium, così come il Kindle Oasis, che distribuisce la sua autonomia in due batterie, ma nel caso del Kindle le batterie sono separate, una nel dispositivo e l'altra nella custodia, mentre nel caso del Kobo Elipsa le due batterie sono sullo stesso dispositivo. Personalmente mi piace perché in caso di problemi con uno di essi, il dispositivo non smetterà di funzionare ma l'autonomia si ridurrà della metà, nel caso avessimo bisogno di ottenere dei dati.

Anni fa c'è stata una polemica con un ereader Kobo sulla memoria interna dell'ereader, cosa che ha attirato l'attenzione di molti utenti, ma possiamo confermare, dopo questo video, che la memoria interna del Kobo Elipsa è saldata e che non può essere modificato come se fosse una scheda microsd.

Mi manca nel video la notevole presenza della Kobo Pencil, in quanto è un nuovo dispositivo della famiglia Kobo Rakuten e potrebbe dare molto gioco all'ecosistema Kobo, come strumento per sottolineare o aggiungere funzioni extra al Kobo Elipsa, ma sembra che Kobo non voglia dare molto risalto a questo add-on, almeno più del Kobo Elipsa stesso.

Il processo di assemblaggio è abbastanza semplice, almeno da quello che vediamo nel video e un po' lento, ma considerando che si tratta di un dispositivo premium, il trattamento dovrebbe essere quasi artigianale.

Il Kobo Elipsa, un dispositivo robusto con uno schermo "quasi" pieghevole

La seconda parte del video si riferisce al processo di qualità di ciascun dispositivo. Questi test sono noti come stress o prove di resistenza e sono comuni, molti sono quasi standard per i dispositivi mobili.

Negli ultimi anni, la fabbricazione degli schermi è migliorata molto e sono molto resistenti, resistenti come quelli che vediamo in questo video, ma non dobbiamo dimenticare che una caduta su una certa parte dello schermo può provocarne la rottura o la rottura non importa quanto sia resistente lo schermo, come negli smartphone e tablet di ultima generazione. Vediamo anche come fanno i test di risposta dello schermo in questo caso, applicando il dito, la Kobo Pencil e una semplice penna.

Dopo aver superato vari test, i dipendenti iniziano preparare e imballare il dispositivo per la distribuzione. La sensazione che queste ultime immagini producono è che il dispositivo sia realizzato artigianalmente, indipendentemente dai chip o dalle tecnologie che sono state utilizzate. Ed è questa sensazione che ultimamente il mercato premia positivamente, anche se personalmente penso che la cosa migliore di questo ereader è come funziona e i suoi benefici, cosa ne pensi? Pensi che il Kobo Elipsa sarà venduto come il Kobo Clara o gli utenti utilizzeranno altri ereader con uno schermo più piccolo?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.